— michele cantarelli blog

Archive
maggio 2012 Monthly archive

In attesa della prima edizione del workshop “La fotografia entra in cucina” dedicata alla pasticceria, sono entrato nelle cucine dell’Università dei Sapori e ho fatto qualche scatto di reportage sul lavoro dei futuri pasticcieri, che ritroveremo nella giornata di laboratorio fotografico del workshop.

Il tema era il cioccolato e se è vera la storia dei polifenoli antiossidanti sono uscito dalla cucina decisamente più sano e più giovane!

Read More

Sono d’accordo.
Leggere un libro fotografico, toccare e sentire l’odore della carta stampata, vederlo lì nel ripiano della libreria è decisamente più romantico che sfogliare fotografie su un freddo pezzo di plastica, vetro e alluminio 18×24.

Il tablet non nasce per i sentimentalismi ma l’appagamento è massimo, ve lo assicuro. Io mi sono comprato un iPad 1 quando era già uscito il 2 e ho risparmiato diversi soldi. Per iniziare ho deciso che andava bene così.

Read More

Voi che avete speso oltre 150 anni di tempo a decidere se la fotografia dovesse essere arte o no, piuttosto che a unirvi e tutelare il vostro operare.
Voi che siete gli eredi di una storia nata tra una collaborazione finita tra rivendicazioni.
Voi che non condividete e non formate per difendere il vostro piccolo e misero orticello che sarà destinato a rimanere tale.
Voi che svalutate ciechi e snobbisti il nuovo modo di essere del fotografico, piuttosto che farvene una ragione.
Voi che disapprovate e condannate chi non capisce ciò che voi per primi non capite.

Ma quanto siete coglioni fotografi?

Read More

Breve post, che racconta giusto un piccolo aneddoto sul campo di lavoro.

Devo fare qualche scatto a Ivan Pericolini, uno dei titolari della neonata Veitha, azienda che vende on-line capi di Cashmere e di Sea Island.

Read More

Era il 1986 quando l’aviatore Balbis perse quota e atterrò sul campo di tabacco che allora i Pichi coltivavano da quelle parti.
Balbis era pronto a difendersi da insulti e forconi e non poteva immaginare quello che invece accadde. I Pichi lo accolsero con premura, offrendogli riparo nella loro abitazione, una doccia calda e un ricco pasto.

Prima di accomiatarsi Balbis disse: “il miglior atterraggio che io abbia mai effettuato!”.

Read More

I volumi di questa serie sono unici nel loro genere. La struttura è semplice quanto utile ed efficace: ogni fotografia viene illustrata con un disegno dello schema di luce utilizzato e commentato nei suoi punti chiave, anche dal fotografo che l’ha realizzata. Il tutto accompagnato da una sorta di scheda tecnica che riporta alcuni dati.
Tutto qui, fatto salvo una “una guida all’utilizzo del libro” e una introduzione sulle peculiarità del settore di cui il volume parla.

Read More