— michele cantarelli blog

Archive
Video

spot PhoneL’ultimo spot di iPhone è arrivato sui nostri canali televisivi e al di là di considerazioni relative all’impatto emozionale sull’osservatore, che ce n’è parecchio, quando l’ho visto per la prima volta mi ha colpito soprattutto per lo slogan finale: “Ogni giorno si fanno più foto con l’iPhone”.

La versione americana, identica nelle immagini, recita un finale decisamente diverso: “Everyday more photos are taken on the iPhone than any other camera” che tradotto in italiano dice: “Ogni giorno vengono scattate più fotografie con iPhone che con qualsiasi altra fotocamera”.

Read More

Niente di nuovo, se non per il sottoscritto.

Due sere fa mi sono visto Elephant per la prima volta, film del 2003 diretto da Gus Van Sant. In lingua inglese, ma anche per chi come me capisce a tozzi e bocconi in quella lingua c’è poco da capire, ma molto da osservare. Il fulcro della storia di basa su una strage compiuta da due studenti in un liceo degli Usa e la storia si muove all’interno di un desolante vuoto esistenziale raccontato con stile asciutto e distaccato.

L’aggancio con la fotografia è duplice: da una parte perché uno dei soggetti protagonisti ha la passione per la fotografia, dall’altra, più importante, perché il film è chiaramente ispirato alla poetica visiva di William Eggleston, fotografo che alcuni ritengono abbia dato impulso primo e vero alla fotografia a colori, tanto che i concittadini di Memphis lo considerano il loro artista più famoso secondo soltanto a Elvis Presley.

Read More



ph Michele Cantarelli

L’impegno del secondo weekend del corso di Fotografia Musicale e di Spettacolo targato Vanni Editore portava con sé delle premesse interessanti per gli allievi e per il sottoscritto. Luciano Vanni mi aveva informato che sarebbe venuto a trovarci il trombettista Luca Aquino e che sarebbe stato a disposizione dei corsisti per un laboratorio didattico durante tutto l’arco della due giorni di formazione.

Ma fino alle 17,00 del sabato non sapevo che le aspettative seppur già elevate sarebbero state superate e di molto. Dopo un paio di ore di aula con la visione dei lavori degli allievi e un approfondimento delle norme comportamentali da tenere durante concerto, soundcheck e backstage raggiungiamo i ragazzi del corso di Giornalismo e Critica Musicale che si tiene al piano sotto del Palazzo Comunale di Collescipoli in contemporanea al nostro.

Read More