— michele cantarelli blog

Cuochi e fotografi

La prima edizione de il corso “La fotografia entra in cucina” in collaborazione con Iter e Università dei Sapori si è consumata.

Insieme a lei anche la mia soddisfazione, specie considerando che le prime sono sempre esperienze sperimentali e suscettibili di aggiustamenti. Il corso era sold-out e questo è già stato un successo, ma pur sempre vano se non accompagnato da tutto il resto.

La formula mi è parsa convincente: tre serate, una prima teorica servita come briefing per lo shooting della seconda. Due tavoli da still-life, uno con luce flash e uno con luce day-light, il reportage in cucina, il tutto con rotazione dei gruppi.
Nella terza serata visione e commento dei lavori.

Abbiamo iniziato appunto con l’incontro briefing. Dopo un giro di brevi presentazioni, ho mostrato agli allievi l’attrezzatura che avremmo utilizzato e il funzionamento della medesima, ho proseguito con la visione di un esempio di reportage di persone che lavorano e la spiegazione delle caratteristiche tecniche, operative ed espressive.
Ho concluso mostrando alcuni still-life di food e tracciando le tendenze linguistiche attuali e le possibili declinazioni con l’attrezzatura a nostra disposizione.
Prima di salutarci non poteva mancare l’assaggio di alcune prelibatezze preparate in giornata dagli allievi del corso pasticcieri, seguiti dal noto chef Maurizio di Mario.

Secondo incontro. Qui è un’altra cosa, tre ore di shooting che volano via tra i tavoli e la cucina, 4 persone per ogni area di lavoro, a rotazione. C’è grande operosità, vedo i ragazzi molto coinvolti, nel tavolo con i flash il lavoro rallenta un po’ la rotazione perché si utilizza il sistema speedlight con il commander SU800 montato sulla slitta del flash della mia D700 e per alcuni si rendono necessarie le spiegazioni sull’utilizzo della stessa. Anche i futuri cuochi sono coinvolti e motivati dalla nostra presenza e dagli stimoli del docente Andrea Pioppi.
Alla fine si mangia quello che si è fotografato ed è una sorta di ricompensa dolce e salata per la fatica accumulata.

Il corso si chiude con la visione dei lavori. I ragazzi sono tutti amatori, qualcuno ha scattato soltanto con una compattina, ma sono molto soddisfatto dei risultati e loro con me, almeno credo.
Ci lasciamo scambiandoci le impressioni generali e con la pancia piena, perché tra la visione di una foto e l’altra ci siamo dati una pausa per mangiare la ricca merenda salata preparata generosamente da Università dei Sapori.

Come sempre medito tornando a casa e questa volta è semplice: lunga vita a “La fotografia entra in cucina”!
 
 





















































 
 
Fotografie di (in ordine alfabetico – al contrario per una volta)
Sara Galli
Roberto Rosignoli
Natalie Marsico
Marine Arena
Lorenzo Di Pasquale
Ivana De Napoli
Francesca Tomassini
Cristina Dalmazia
Annarita Contu
Angela Gerbi
Amal Tinti
Aldo Messina

Per visualizzare i singoli crediti fotografici posizionare il puntatore del mouse sopra l’immagine.

La scelta delle immagini da pubblicare sul blog è stata mia, mi scuso qualora non fosse in linea con le scelte che avrebbero fatto gli autori delle medesime.

NOTA DI COPYRIGHT
Ogni riproduzione, pubblicazione e trasmissione di testi, immagini, video e suoni contenuti su questo blog è proibita e tutelata dalle leggi sul diritto d’autore.


4 comments
  1. Cristina says: 19 Giugno 201219:47

    Complimenti! Un’idea meravigliosa! Da appassionata di food photography…. queste foto invogliano proprio ad assaggiare le vostre splendide ricette! Bravi, veramente bravi!

  2. Michele Cantarelli says: 12 Giugno 201215:37

    beh, da ottobre si riparte, quindi… stay tuned!! 🙂

  3. Sara Galli says: 12 Giugno 201211:30

    Esperienza molto interessante, da ripetersi assolutamente! 🙂

  4. Francesca Tomassini says: 11 Giugno 201216:31

    Grazie per la bellissima opportunità.
    Spero di ripetere l’esperienza! 🙂

Submit comment